Subscribe to Linguaggio del Corpo, Comunicazione Non Verbale & Psicologia Subscribe to Linguaggio del Corpo, Comunicazione Non Verbale & Psicologia's comments

Vuoi migliorare le tue capacità di interazione con gli altri? Se la risposta è si, devi sapere che c’è una caratteristica fondamentale che può imperare ed affinare, che sicuramente ti porterà dei risultati sorprendenti. È l’empatia, ovvero la capacità di comprendere i sentimenti dell’altro da un punto di vista emotivo-affettivo. È caratterizzato da spirito collaborativi, da assenza di preconcetti e di valutazioni esteriori.
Vi propongo una serie di esercizi tutti fondati sul linguaggio del corpo, e sull’uso consapevole di tutti i componenti della comunicazione non verbale.

Primo esercizio: il cieco e l’accompagnatore

Scopo: affinare la capacità di percepire i segnali non verbali; affidarsi.
Tempo: 10’ + 5′. Per condivisione. Tot. 15’.
Istruzioni: scegliersi un partner e decidere chi è A e chi B. A si benda o si chiude gli occhi e si affida a B che, prendendolo per mano, lo guiderà in una passeggiata in cui è richiesto a chi si affida di ascoltare tutto ciò che sperimenterà, mentre chi guida, dovrà “sentire empaticamente A” ed essere attento a non superare di troppo i limiti del suo compagno/a in quanto responsabile della sua incolumità.
Si prosegue per 5 muniti poi si invertono i ruoli in silenzio.
Infine, i due grandi condividono per circa 2 minuti a testa l’esperienza e ciascuno racconta all’altro come si è sentito, sia nell’affidarsi, sia nell’essere responsabile, individuando le sensazioni, le emozioni ed i pensieri attivati dall’esperienza.

Secondo esercizio: Empatia a coppie guardandosi negli occhi.

Scopo: affinare la capacità di percepire lo staio emotivo altrui.
Tempo: 8’ + 5’ per condivisone. Tot. 13’.
Istruzioni: scegliersi un partner e decidere chi è A e chi è B. Seduti uno di fronte all’altro a circa un metro di distanza A chiude gli occhi ed entra in uno stato emotivo di sua scelta, piacevole o spiacevole (ad esempio: gioia, tristezza, rabbia, nostalgia ecc.), tramite il ricordo di una esperienza passata o una visualizzazione e quando sente che tale emozione è ben presente dentro di lui apre gli occhi.
B lo guarda negli occhi e si concentra in modo rilassato su di sé fino a quando percepisce l’emergere di uno stato emotivo. Dopo 2/3 minuti si conclude l’esercizio e si invertono i ruoli.
Infine, i due fanno una breve condivisone e verificano se lo stato emotivo provato corrispondeva a quello dell’altro.

Fonte “Relazioni in Armonia” di Enrico Cheli.

Vuoi approfondire questi argomenti?
Allora dai un'occhiata al nuovo corso sui Segreti del Linguaggio del Corpo e della Comunicazione non Verbale !



4 commenti to “Esercizi per migliorare le relazioni interpersonali. Primo e secondo esercizio.”

  1. Katia Maria Grillo

    esercitazione sulla comunicazione

  2. patrizia

    Gentile Katia
    se mi da qualche altra indicazione su ciò ci cui ha bisogno sarò lieta di aiutarla, così è troppo vaga, mi basta sapere le sue esigenze.
    Patrizia Marzola

  3. marta

    sono una formatrice, mi occupo di nuove motodologie didattiche, in questo periodo avrei la necessità di approfondire gli aspetti che attengono alla comunicazione efficace e all’interazione con gli altri. Da tempo sto cercando giochi e metodi che consentano ciò, niente di niente tutta teoria e niente pratica sperimentazione ecc.
    Potete aiutarmi? Devo a giorni iniziare un percorso di formazione docenti basato sulla coesione tra colleghi e sul miglioramento delle interazioni.
    Grazie.

  4. nicola

    salve,c\’è un\’esercizio per aumentare in modo esponenziale la parlantina?