Subscribe to Linguaggio del Corpo, Comunicazione Non Verbale & Psicologia Subscribe to Linguaggio del Corpo, Comunicazione Non Verbale & Psicologia's comments

Il volto è ricco di muscoli contrattili che permettono tante combinazioni di movimenti, ognuno dei quali genera diverse espressioni e diverse direzioni dello sguardo e delle labbra. Lo sguardo è davvero l’unico, inconfondibile rivelatore del nostro pensiero?Spesso, è proprio lo sguardo che tradisce la reale emozione.
Ma non solo,  è anche un fondamentale indice del nostro atteggiamento.
Se vogliamo esprimere sicurezza, decisione, autorevolezza, con lo sguardo riusciamo a comunicare queste caratteristiche.
E ancora di più lo è la sua direzione. Se guardiamo negli occhi l’interlocutore, diamo ancora più forza alla potenza dello sguardo.

La direzione nella quale gli occhi sono rivolti può indicare le emozioni che una persona sta provando in quel momento.
Ad esempio:
•  Se il nostro interlocutore guarda in basso mentre gli stiamo parlando, è difficile capire se davvero ci sta ascoltando. Per scoprirlo cerchiamo altri indizi. Quali? Guardiamo il capo, se annuisce è segnale di ascolto. Se insieme al capo, stringe le labbra può essere un segnale di riflessione.

Lo sguardo è di fondamentale importanza per il mantenimento dell’interazione. Provate a guardare da un’altra parte, mentre qualcuno vi parla. Cosa succede? Che il vostro interlocutore interrompe subito la conversazione, segue anche lui la direzione del vostro sguardo, e vi chiede: “Cosa c’è?”.

È grazie agli occhi che riusciamo a mantenere l’interazione viva e capire quando dobbiamo modificare qualcosa del nostro discorso o del nostro comportamento. Guardare gli occhi del nostro interlocutore ci consente di trovare la coerenza tra le parole dette e le espressioni manifeste.

È attraverso la variazione e la frequenza degli sguardi che si trasmettono indizi relativi all’intensità delle emozioni provate. Se stiamo vivendo un’emozione positiva come la gioia o la passione, guardiamo con maggior frequenza negli occhi e più a lungo.

Gli occhi e la bocca sono importanti mezzi di comunicazione. Essi sono in grado di mostrare pensieri ed emozioni, bisogna solo capire quali sono i messaggi che lanciano.
Diventare abili osservatori dei movimenti oculari permette di estrapolare i veri significati.

Lo studio della motilità oculare ha rilevato che a precisi movimenti corrispondono significati univoci, come ad esempio:
Si comunica paura e nervosismo con frequenti battiti delle ciglia;
Si comunica difesa quando gli occhi sono stretti, come sottili fessure;
È un segnale d’interesse quando la direzione degli sguardi s’incrocia. Altro segnalatore è quanto si dilatano. Più esse sono dilatate,più significa che l’altro è interessato a noi, a ciò che gli stiamo dicendo. Al contrario il restringimento rivela distrazione o incomprensione.
Il disagio o l’imbarazzo sono resi manifesti da uno sguardo sfuggente ed evitante.

               
       

Vuoi approfondire questi argomenti?
Allora dai un'occhiata al nuovo corso sui Segreti del Linguaggio del Corpo e della Comunicazione non Verbale !



2 commenti to “Labbra e occhi”

  1. monica

    davvero ben spigato complimenti!

  2. patrizia

    Ciao Monica grazie, mi fa piacere che tu l’abbia trovato chiaro, ho cercato di mettere in ordine le informazioni, perchè spesso può sfuggire il fatto che l’interpretazione del corpo può essere diversa a seconda del contesto in cui viene inserita, pertanto, non è sempre detto che, un segnale possa assumere un significato univoco, e lo sguardo ne è un esempio evdiente.